Referenze
it
Inserisci login e password per identificarti
Ricordati di me
Accedi
Referenze
 | 
 | 
LILT - Biella
Domotica, qualità e risparmio energetico: 3F Filippi illumina il nuovo Spazio LILT di Biella

Lo Studio S.T.A.P.I. di Torino ha impiegato gli apparecchi dell'azienda di Pianoro (Bologna) per il nuovo poliambulatorio oncologico progettato dall'architetto Ottavio Di Blasi di Milano.

Terminato a fine 2016, il progetto per il nuovo Spazio LILT (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) di Biella è la dimostrazione attuale di come, grazie a una adeguata tecnologia, l'impiego di corpi illuminanti fluorescenti garantisca ancora oggi un'ottima illuminazione e, allo stesso tempo, una considerevole ottimizzazione dei consumi energetici. Questa è stata la scelta dello Studio Associato torinese di progettazione S.T.A.P.I., che ha progettato l'intero impianto elettrico ed illuminotecnico di una struttura all'avanguardia nell'accoglienza di quei cittadini che affrontano esami di prevenzione oncologica o protocolli riabilitativi nelle fasi post-acute.

L'adozione di apparecchi fluorescenti si lega al lungo iter progettuale dello Spazio Lilt, dovuto al fatto che le risorse economiche per il suo completamento sono arrivate gradualmente nel tempo, e solo da contributi privati. Partito nel 2008, il processo ha previsto da subito l'impiego di corpi illuminanti fluorescenti, visto che quelli a LED non solo non offrivano allora quel livello di qualità raggiunto da lì a qualche anno, ma i costi da sostenere per il loro utilizzo erano inaccettabili. Obiettivo dello studio torinese è stato già da allora quello di fare della luce un elemento in grado di rendere più confortevole il soggiorno ai pazienti e ai loro famigliari, il tutto cercando di ottimizzare al massimo l'impiego degli apparecchi. Per raggiungerlo S.T.A.P.I. ha scelto di affidarsi alle tecnologie di 3F Filippi, impiegando, in particolare, gli apparecchi Fly 2 a sospensione, con luce diretta e indiretta (per dare una sensazione di leggerezza in alcuni ambienti quali laboratori ed ambulatori) e a plafone, entrambi dimmerabili. Questi apparecchi si caratterizzano per un design raffinato, una grande quantità di luce indiretta e bassi livelli di abbagliamento.

In totale, i prodotti 3F Filippi impiegati per lo Spazio LILT sono stati più di 150, suddivisi fra gli ambulatori e i numerosi altri ambienti della struttura. La scelta dei corpi illuminanti ad alta efficienza di 3F Filippi si è inserita in un approccio progettuale più complesso, che ha visto il ricorso alla domotica per razionalizzare l'impiego di ogni singolo corpo illuminate adottato. "Impiegato nel modo migliore - spiega l'ing. Giorgio Bruno Ventre - un prodotto fluorescente può raggiungere una vita attesa confrontabile con quella degli apparecchi LED. Abbiamo pertanto provveduto a ottimizzarne l'utilizzo tramite l'installazione di sensori di presenza e luminosità in quelle aree che vedono la compresenza, in certe ore del giorno, della illuminazione naturale e artificiale, così da mantenere la luminosità programmata per ogni singolo contesto".
Grazie ai sensori, la potenza si riduce infatti fino al 10% quando un determinato ambiente è vuoto o a seconda dell'intensità della luce solare proveniente dall'esterno (il sistema on/off è stato adottato solo nelle aree cieche). Tale diminuzione consente di ridurre considerevolmente gli inneschi iniziali degli apparecchi a tubo fluorescente, cosa che notoriamente ne accelera il decadimento delle sorgenti.

L'impiego dei sensori è parte integrante di una progettazione elettrica-domotica a con l'utilizzo di un "BUS di campo", che prevede la comunicazione digitale fra questi e i corpi illuminanti, gestita in modo centralizzato, e permette una sensibile riduzione dei cablaggi e dei costi di gestione. L'impiego di dimmerazione applicata a questa architettura di sistema consente infatti un risparmio dei consumi di circa il 50% rispetto al tradizionale approccio on/off, che vede luci sempre accese anche quando nessuno è presente: un aspetto assai rilevante per una struttura che opera grazie a fondi privati e che oltre alle attività per i malati ospita anche uffici, aree tecniche, un'area affidata al Collegio degli Infermieri di Biella e una palestra per i protocolli sanitari di riabilitazione, per una superficie complessiva di circa 2.800 mq.
Strumenti
lightUpdate
Le informazioni, alla velocità della Luce.
Iscriviti a lightUpdate per restare in contatto con 3F Filippi: news, eventi e novità di prodotto direttamente nella tua casella mail.
Sede legale e stabilimento
Via del Savena, 28 - Z.I. Piastrella
40065 Pian di Macina - Pianoro (Bologna) - Italia
CF. 01033260371 - P.I. IT00529461204
Capitale Sociale Euro 3.000.000 i.v.
Registro imprese di Bologna n. 01033260371
REA N. 234613

e-Mail: 3f-filippi@3f-filippi.it
Telefono: +39.051.6529611
Fax: +39.051.775884
Group
Social
lightUpdate
Le informazioni, alla velocità della Luce.
Iscriviti a lightUpdate per restare in contatto con 3F Filippi: news, eventi e novità di prodotto direttamente nella tua casella mail.
Informativa cookie
ACCETTA
Questo sito utilizza esclusivamente cookie tecnici, anche di terze parti, e non utilizza nessun cookie di profilazione.
Per poter accedere al sito è necessario acconsentire all'utilizzo dei cookie cliccando sul tasto "Accetta".
Per maggiori informazioni su come utilizziamo i cookie e su come rimuoverli, consulta la nostra informativa cookie.